Annunci di Lavoro

La Vegetazione

Tipi di Vegetazione

Quando si parla di vegetazione si fa riferimento a tutto ciò che, a livello vegetale, ricopre il suolo di una determinata zona, dunque al tipo di piante e alla loro appartenenza ad una certa comunità vegetale.

Le diverse caratteristiche della vegetazione variano a seconda del clima, delle temperature, delle precipitazioni, dell'altitudine, della latitudine e dei ritmi stagionali presenti in ogni zona del mondo.

In maniera alquanto generica si può dunque affermare che un importantissimo fattore differenziale è rappresentato dalla distanza dall'equatore e dai poli, quindi alle numerose fasce climatiche presenti, è per questo che si potrà distinguere, alle maggiori altitudini, la cosiddetta tundra con una vegetazione piuttosto bassa, composta da licheni e muschi, a livello inferiore è invece presente la taiga, caratterizzata da ampie foreste di conefere, dopodichè si presenteranno zone di foreste temperate, ricche di latifoglie, ossia faggi, betulle, aceri e querce, oltre che deserti e praterie, ed infine a livello tropicale si colloca la foresta pluviale.

Un capitolo a parte invece è rappresentato dalla vegetazione antropica, ossia quella realizzata e derivante dall'azione dell'uomo, che certamente non dipendente dal naturale evolversi vegetativo. Rientrano all'interno di questa categoria le coltivazioni agricole, i boschi sfruttati e modificati artificialmente, le zone verdi ripopolate dopo il disboscamento e tutto ciò che l'uomo sceglie di mettere a dimora nei luoghi a lui più vicini.